Assegno di ricollocazione, 3500 euro per i disoccupati

Via all’assegno di ricollocazione, il nuovo strumento a sostegno della disoccupazione che punta a ricollocare coloro che hanno di recente perso il proprio posto di lavoro. L’avvio ufficiale è fissato per il prossimo aprile. Si tratta di un gettone di circa 3500 euro che potrà essere sfruttato per incentivare i centri per l’impiego o le agenzie per il lavoro a ricollocare i disoccupati.

Assegno di ricollocazione, a chi spetta

L’assegno di ricollocazione spetta a coloro che percepiscono da almeno 4 mesi l’indennità Naspi. Saranno inoltre coperti anche coloro che, pur non avendo ancora perso il lavoro, sono a rischio perchè magari stanno già percependo la cassa integrazione. La somma elargita va da 250 a 5000 euro a seconda della difficoltà di successo nella ricollocazione. La somma massima spetta nel caso in cui si riesca a firmare un contratto a tempo indeterminato. La somma potrà essere riscossa dall’agenzia solo nel caso di successo. Solo quando il disoccupato avrà quindi firmato il contratto di lavoro l’agenzia riceverà il riconoscimento per il tempo speso nell’attiva ricollocazione del candidato.

Al disoccupato è lasciata libertà assoluta di scelta dell’operatore cui affidarsi per farsi accompagnare nell’iter di ricollocazione, sebbene a ciascuna agenzia sarà attribuito un voto diversificato. Si parla di 60-70 mila persone che potranno essere ricollocate ogni anno.

CONDIVIDI
Articolo precedenteContratto scuola, bonus 80 euro garantito
Articolo successivoSisma bonus, ecco come funziona
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO