Accise carburanti, tagli in arrivo

Le accise carburanti subiranno dei tagli entro il 2018. A dichiararlo è stato Matteo Salvini nel corso di un incontro tenutosi la scorsa settimana a Milano. Il vicepremier ha infatti evidenziato come le imposte sui carburanti applicate in Italia siano tra le più alte d’Europa. Di conseguenza i distributori italiani applicano i prezzi più alti d’Europa su benzina e diesel, con solo rare eccezioni.

Accise carburanti, tagli entro l’anno

Una delle promesse di Salvini in campagna elettorale riguardavano proprio il taglio delle accise sui carburanti. Ora il vicepremier si dice pronto a passare all’azione. A tal proposito ha infatti dichiarato “Resta il mio impegno di tagliare le accise sulla benzina. Entro l’anno in corso”.

Ricordiamo che la tassa applicata è pari a 0,728 euro al litro per la benzina, mentre per il gasolio vengono versati 61 centesimi al litro e 26 centesimi al litro per il Gpl.

Nel 2017 lo Stato sembrerebbe aver incassato ben 25,7 miliardi di euro grazie a questa imposta. Difficile dire quindi da dove saranno recuperate le risorse che permetteranno al nuovo governo di tagliare le accise e di rendere più competitivi i prezzi dei carburanti.

Al momento intanto l’Italia si piazza al secondo posto per i prezzi più alti, subito dopo Belgio per il diesel e Olanda per la benzina.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteReddito d’inclusione, a chi spetta
Articolo successivoWhenItDrop, come monitorare i prezzi su amazon
Classe 1987. Laureata in scienze biotecnologiche. Da sempre appassionata di letteratura, soprattutto gotica. Collaboro da molti anni con vari blog, dove mi occupo di cinema, tecnologia, spettacoli ed, ovviamente, economia. La mia passione per la scrittura mi ha portato, negli anni, a scrivere anche qualche romanzo e a partecipare ad alcuni concorsi letterari. Quando non scrivo mi occupo di formazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO